La Pizza in Pala: novità 2016

Un prodotto genuino, fatto con lievito madre e farina Tipo 1: ottenuta per lievitazione naturale.

Questa pizza è leggermente più alta rispetto alla pizza tradizionale, per questo risulta croccante al morso e morbida alla masticazione. Servita calda da forno, con farciture consigliate dalla casa oppure scelte dal cliente, la Pizza in Pala mantiene per diverso tempo la propria fragranza, risultando ottima e morbida anche da fredda. La lievitazione naturale con cui è ottenuta e la farina Tipo 1, che non è oggetto di ripetute raffinazioni, la rendono saporita, completa nel gusto, intrigante all’olfatto e facilmente digeribile.

18042016-pizza1

TAGLIERE DELLA FORESTA NERA

tagliereOriginale idea di un misto di salumi e formaggi, serviti su un pezzo di tronco di pino delle Alpi. Il piatto è un’esperienza di assaggi misti che propongono: prosciutto della foresta nera, lardo affumicato della foresta nera, speck, formaggio stagionato nella birra, cetriolo. Ideale se accompagnato da una tipica Birra Chiara tedesca.

Da no trovi: Fish and Chips

Una golosità inglese che non potevamo far mancare nel nostro menù: Fish and Chips (Pesce e patatine).
Solo filetti di merluzzo selezionati con patate a spicchio croccanti, accompagnate da salsine.

In questo caso la birra è il miglior accompagnamento per questo piatto nazionale.

* il piatto viene proposto nel periodo estivo

fishandchips1 fishandchips2

MAXI PIZZA CON LIEVITO MADRE

maxipizza con lievito madreUn prodotto leggero, arricchito con farciture di alta qualità. La Maxi Pizza è realizzata con lievito madre: la soluzione migliore per un prodotto digeribile e fragrante, che mantiene a lungo la morbidezza e il sapore della freschezza. La Maxi Pizza è servita su tagliere di legno, ideale se accompagnata da una buona birra alla spina; è il giusto spuntino per quattro amici o la cena per per due persone. La Maxi Pizza è disponibile in varie combinazioni: quelle proposte dalla cucina oppure secondo le preferenze del cliente.

TORTELLI DI ZUCCA MANTOVANI

L’origine dei tortelli di zucca, la cui variante più nota sono i tortelli mantovani, si inserisce nell’antica e popolare tradizione culinaria di paste ripiene dell’Italia settentrionale. Tale tradizione risale almeno al basso Medioevo mentre la zucca – come componente – risale a dopo il 1500, all’affermarsi della coltivazione dei nuovi ortaggi provenienti dal’America Centrale. Lo scopo di tali preparazioni era di ottenere un piatto gustoso e nutriente, con quel poco che l’economia contadina forniva.

I tortelli di zucca consistono in involucri di sfoglia all’uovo, solitamente di forma rettangolare della dimensione chiusa di circa 60 x 35 mm, farciti con un impasto di zucca bollita, amarettimostardaformaggio grana e noce moscata.

A buon titolo inserito tra i prodotti agroalimentari tradizionali italiani, è il piatto simbolo della cucina mantovana, ma è diffuso, con poche varianti, anche nelle vicine province di ParmaReggio nell’EmiliaPiacenza e Cremona. La caratteristica saliente di questo piatto è la combinazione del sapore dolce della zucca, con il salato del formaggio grana, con il dolce-amaro degli amaretti ed il piccante della mostarda.